Il metodo per addestrare gli uomini infantili di Lolita Milyavskaya

Wday.ru e la rivista “Antenna – Telesem” continuano la rubrica, in cui la cantante e conduttrice televisiva, nel suo stile inimitabile, risponde alle domande dei lettori.

La redazione ha ricevuto una lettera molto interessante dalla 32enne Regina della città di Angarsk. La donna pone una domanda un po ‘retorica, ma molto pressante: “Perché le donne sono più forti degli uomini?”

“Lolita, forse questa è una domanda retorica, e non per te, ma gli chiederò: perché gli uomini sono più deboli delle donne? No, non fisicamente, ma spiritualmente, psicologicamente. Mi spiego meglio: mio marito ha una buona istruzione, lavora, ma non guadagna (ha uno stipendio molto basso), non cerca di cambiare qualcosa, trova guadagni aggiuntivi o più lavoro retribuito, è pigro per andare al cinema, a teatro, agli ospiti, da qualche parte per divertirsi … Si sente bene e tranquillo a casa. Non solo ho questo problema, i miei amici e conoscenti hanno le stesse situazioni (per alcuni, è aggravato dall’abuso di alcol). Un uomo attivo, che lavora e guadagna è l’eccezione piuttosto che la norma. Perché pensi che sia così? O io ei miei amici siamo solo sfortunati? ” – la donna è interessata.

Lolita Milyavskaya ha dato alla ragazza un consiglio molto saggio e originale.

– Cara Regina, se pubblicassimo la tua lettera sui social network e offrissimo un sondaggio, ti assicuro che la maggior parte delle opinioni sugli uomini con cui dobbiamo convivere coinciderebbe con le tue conclusioni. Gli adulti intelligenti che un tempo hanno attirato la mia attenzione sulla letteratura classica, e il russo in primo luogo, mi hanno spinto a pensare che è sempre stato così.

Non dimenticherò mai quello che ho pensato leggendo un romanzo sui cavalieri. E ho pensato: tutto è uguale in qualsiasi momento. Una giovane donna siede sola in un’alta torre, su di essa tutto il castello: riscaldamento, pagamento della servitù, semina e mietitura, tasse. Il marito, il cavaliere, al piano di sotto in armatura su un bellissimo cavallo, lancia una rosa per lei al terzo piano, lei in cambio gli lancia un fazzoletto, e con esso se ne va in guerra. Quanti anni dopo tornerà e se tornerà è una grande domanda. E l’intera famiglia sarà sulla bella signora. E il giorno in cui apparirà il cavaliere, il castello verrà pulito, nutrito, messo a letto. Siamo sempre stati più forti. E questa non è la mia risposta, le donne sono ancora più forti nella fisiologia degli uomini, perché a loro non è permesso partorire. Se parliamo di infantilismo – anche la mia parola preferita, allora non so cosa farne. Assolutamente!

All’infinito, posso solo biasimare il modello genitoriale, in cui papà, se lo era, non insegnava a piantare chiodi nel muro, perché mamma lo faceva per lui. Ricorda l’era sovietica, sebbene tu sia giovane, il divorzio era considerato indecente. E come non siano stati approvati dalla chiesa anche prima della rivoluzione, lo puoi immaginare da libri e film. Di conseguenza, indipendentemente da ciò che una delle donne non si adattava, vivevano in matrimonio con mariti che non lavoravano, bevevano, baldoria, avevano 6-7 figli e gestivano una famiglia. Nessuno ha chiesto loro del piacere. Nel matrimonio, non era inteso.

Non voglio portarvi a tristi conclusioni che evocano la parola “disperazione”. Mi sembra che tu abbia solo bisogno di amarti di più. A tutte noi donne. E ancora una volta ti colpisci sulle mani, e da solo, incluso, per mostrare preoccupazione esclusivamente in cambio. Ha dato un fiore? Pranzo. Hai un profumo? Mi sono lavato i calzini. Ho sempre sognato che gli uomini leggessero la nostra pagina, oggi voglio che saltino questa lettera, ed è per questo che sento ancora un grido: “Milyavskaya ha completamente perso la testa. C’era un allenatore! ” Ma non conosco nessun altro modo di convivere con i bambini. Scusa se qualcosa va storto. Questa è la mia opinione privata. Puoi ignorarlo..

P. S. E non dimenticare di sorridere e di non prendere tutto sul serio. Questo è l’unico modo per non guadagnare qualche piaga come la depressione con l’autocritica..