5 segni che potresti non avere un orgasmo

Contenuti

Lo scrittore Narine Abgaryan ha un detto: “L’orgasmo femminile è come un mostro di Loch Ness. Tutti sanno che c’è, ma nessuno l’ha visto “. Questo è in parte vero. Secondo le statistiche, il 70% delle donne ha problemi a raggiungere l’orgasmo. E tutto perché nelle donne dipende da molti fattori..

Ecco i primi cinque segni che ti impediscono di raggiungere l’orgasmo. La sessuologa, psicologa ed esperta del centro di formazione “SEKS.RF” Oksana Bachinskaya ha condiviso questo con gli editori di Wday.ru.

1. Non sei abbastanza acceso

È ora di rivelare tutte le carte. L’orgasmo femminile è un processo graduale che ha quattro fasi: eccitazione, plateau, orgasmo e rilassamento. Tutto qui è come in un gioco per computer: finché non superi il livello, non passerai al successivo. Nella prima fase, i preliminari sono particolarmente importanti. Se non è abbastanza e non sei eccitato, molto probabilmente non otterrai il tuo amato orgasmo oggi..

Cosa fare?

Spiega al tuo partner che ti piacciono i preliminari e che sarebbe bello se durasse più a lungo del solito. Puoi anche usare lubrificanti speciali..

2. Non spegnere la testa

Il segno successivo: durante il sesso, pensi a tutto tranne che al sesso: come appari, sei grasso o non grasso, cosa c’è al lavoro, ecc. I pensieri estranei sono uno dei peggiori nemici del piacere. Pertanto, è importante concentrarsi sui tuoi sentimenti, sul tuo partner, per darti l’intero processo.

Cosa fare?

Separarsi da pensieri inutili non è un compito facile. Ma ecco un bel trucco di vita per te: esiste una tecnica chiamata “Spegni la testa”. Di lei parliamo in dettaglio al corso “Il risveglio dell’orgasmo femminile”. La sua essenza: scrivi un promemoria sul tuo telefono – una sorta di frase sessuale. Dalle un promemoria ogni due ore. Mentre lo leggi, sviluppa questa fantasia. Non pensare a niente, tranne a questo, rilassati e segui le sensazioni. Cerca di ricordare la tua eccitazione. Il giorno successivo, scegli un’altra frase per te stesso e fai lo stesso. In 21 giorni di questa pratica, puoi imparare a disconnettere la tua testa dai pensieri disturbanti..

3. Non sei sull’onda con il tuo partner

Anche se esci solo da un paio di settimane, ma capisci, accetti il ​​tuo partner e ti fidi di lui, allora sei sulla stessa lunghezza d’onda con lui. E questo influisce notevolmente sulla qualità del sesso e, ovviamente, sul tuo orgasmo. Se c’è qualche problema o sfiducia nella relazione, il sesso sarà più stressante che piacevole. Bene, come avrai intuito, le possibilità di raggiungere l’orgasmo sono inferiori..

Cosa fare?

Se hai problemi o domande, parla con il tuo partner. Impara a parlare, abituati. Parlare di sesso è molto importante. Altrimenti, come farà a capire di cosa hai bisogno o cosa ti preoccupa? Come lo capisci questo di lui? Se sei preoccupato per la tua salute sessuale, non c’è niente di sbagliato o di vergognoso nel chiedere al tuo partner un certificato STD. Questo è del tutto normale per le persone responsabili e le relazioni adulte..

4. Non conosci bene il tuo corpo

Per provare un orgasmo, devi stabilire un contatto con il tuo corpo. O meglio, studialo: esplora le tue zone erogene. Se non sai quali posture, quale ritmo e tipo di stimolazione ti danno piacere, allora, credimi, il tuo uomo non lo sa più. Ciò significa che nel sesso non terrà conto di queste caratteristiche..

Cosa fare?

Ascolta il tuo corpo. Durante il sesso, cerca di concentrarti sui tuoi sentimenti. Ricorda quali carezze ti danno sensazioni piacevoli.

5. Non alleni i muscoli intimi

Un altro segno è la debolezza dei muscoli del pavimento pelvico. L’orgasmo è essenzialmente uno spasmo muscolare che provoca la stimolazione delle zone erogene.

Cosa fare?

Per rafforzare i muscoli del pavimento pelvico, devi fare esercizi specifici. Inoltre, è necessario fare esercizio regolarmente, proprio come in palestra..